Attualità | Società

I negazionisti italiani tra QAnon, New Age e vecchia destra

I nuovi movimenti complottisti sono pieni di contraddizioni, ma dall'America al nostro Paese si assomigliano tutti.

di Valeria Montebello

Immagine dalla manifestazione di Roma di sabato 5 settembre 2020

“Ci vogliono togliere ogni libertà, anche quella di informazione!!!”. “Dobbiamo lottare contro questo attacco alla libertà personale da parte dei poteri forti con ogni arma possibile. Il Covid-19 non esiste!!!!”. Questi sono due post Facebook di due seguaci italiani di QAnon. «Quella che stiamo vivendo, prima di essere una inaudita manipolazione delle libertà di ciascuno, è una gigantesca operazione di falsificazione della verità. Se gli uomini acconsentono a limitare la loro libertà personale, ciò avviene, infatti, perché essi accettano senza sottoporli ad alcuna verifica i dati e le opinioni che i media forniscono». Questo lo ha scritto Giorgio Agamben. I QAnon dovrebbero leggere tutti i pensieri di Agamben su pandemia, distanziamento sociale, biosicurezza, medicina e religione. Su Quodlibet (nella preview c’è anche una grande Q maiuscola) troverebbero idee affascinanti per motivare meglio le loro posizioni e fare a meno dei punti esclamativi alla fine di ogni frase.

QAnon è una teoria del complotto nata negli Stati Uniti il 27 ottobre 2017, quando il profeta del movimento, un anonimo che si fa chiamare Q, ha iniziato a pubblicare profezie su 4Chan. La teoria principale è che un gruppo di celebrità di Hollywood e politici liberali, da Bill Gates a Madonna, sono élite perverse che continuano a rapire bambini rinchiudendoli in prigioni sotterranee dove li stuprano e, dopo rituali satanisti e pratiche cannibalistiche, si nutrono del loro sangue ricco di una sostanza chiamata adrenocromo per restare giovani in eterno. Trump è l’unico eroe inviato da Dio che si oppone a tutto questo e lotta contro il male. Quando persino Fox News ha iniziato a esaminare attentamente l’operato di Trump, sono arrivati i QAnon a redimerlo.

In un articolo su Medium, Jules Evans ha scritto che le manifestazioni a Londra, Berlino e Los Angeles contro le misure di blocco hanno attratto sia gli hippie New Age che gruppi di estrema destra come i QAnon. Evans nota che i principali nazisti erano fan di dottrine New Age e spiritualità occulta, pare infatti che Hitler, Hess e Himmler fossero dei fricchettoni No vax interessati alla medicina alternativa, alle diete organiche e vegetariane, all’omeopatia. Anche a Roma, durante la manifestazione “No Mask” del 5 settembre, era pieno di QAnon che negavano la pericolosità del Covid-19. Loro sostengono che in piazza c’erano ben 5000 persone mentre per i giornali servi dello Stato ce n’erano solo 1400. Cos’ha in comune una donna di mezz’età che va a fare ritiri yoga, che si fa appoggiare cristalli magici sulla schiena, che abbraccia gli alberi perché dobbiamo amare anche i vegetali (ma non i neri) con una che urla “genitore 1 genitore 2”? Forse credere a cose New Age innocue come i cristalli equivale a credere che milioni di bambini siano stati sgozzati nel buio delle segrete americane. Saranno gli ormoni. Forse superata una certa soglia le contraddizioni diventano irrilevanti. Fra un “Tamponatevi il culo” scritto su un cartellone agitato da una ragazza con occhiali da Matrix e maglia contro il 5G, un elogio della candeggina (i teorici di QAnon hanno propagandato il bere candeggina come cura miracolosa per il Covid-19 e qualcuno l’ha fatto, anche qui in Italia) e una dozzina di cartelloni con la faccia di Trump in primo piano, si aggiungono mamme urlanti e invettive contro il Papa.

Agamben, anche in questo caso, in uno dei suoi pezzi, critica il Papa meglio di loro: «La Chiesa, sotto un Papa che si chiama Francesco, ha dimenticato che Francesco abbracciava i lebbrosi». Una mamma dal palco a Roma ha urlato a un certo punto: «Giù le mani dai bambini!». Fra i QAnon ci sono molte donne, forse perché il centro della teoria sono bambini innocenti rapiti e uccisi. Potrebbe succedere anche a tuo figlio. Una Anon italiana fra le più attive, su Facebook, chiede alle sue “conoscenze ospedaliere” se qualcuno è stato invitato a sfilare come una star sul red carpet alla Mostra del Cinema come “l’infermierina stravolta dall’emergenza a marzo” (una degli operatori sanitari fotografati con i segni delle mascherine sulla faccia). Sotto ci sono foto dell’infermiera a Venezia e in costume, sorridente, in barca. Molti Anon italiani sono come un ragazzo di provincia che vede per la prima volta la città, iniziano a rilevare cospirazioni, corruzioni e bugie ovunque, i loro occhi si aprono all’improvviso sulla natura criminale di questa società.

Il Pd chiede su Twitter come mai Salvini e Meloni non hanno commentato la manifestazione, niente sui fischi a Mattarella, niente sulla foto del Papa bruciata. Nessuna risposta. Si sa che Lega e FdI manifestano una certa solidarietà verso chi si oppone alle misure contro il contagio. È certo che Salvini e Meloni sono supportati dai QAnon italiani. La pagina Facebook Q Italian Patriot difende la Meloni. Sotto ad un suo post “da mamma scioccata” nel quale riporta la notizia che in Georgia sono stati ritrovati 39 bambini scomparsi che erano stati rapiti e schiavizzati per fini sessuali, agli insulti contro la Meloni Q Italian Patriot risponde: «Stiamo tutti dalla stessa parte, se un politico si schiera per difendere bambini innocenti merita di essere citato». Ci tiene a precisare che se l’avesse detto Renzi nessuno gli avrebbe creduto. Quelli del Pd sono quelli di Bibbiano, mostri mangia-bambini. Un altro sport dei Q italici è cercare i messaggi subliminali nelle foto che Salvini, una specie di ipostasi di Trump, posta su Instagram. Su Potus Italy, un gruppo Telegram, sotto a una foto del leader della Lega che beve un caffè, si legge: «Continuazione del messaggio subliminale iniziato ieri… Sulla tazzina c’è scritto processate anche me… Ma indossa la mask con la fiamma dei carabinieri… Vuol dire che il caffè non può essere bevuto e lui non può essere arrestato… Il messaggio di ieri era rivolto soprattutto ai vertici militari e dei servizi segreti… Questo di oggi soprattutto alla magistratura… Non hanno scampo…». Chissà se Salvini sa di essere al centro degli interessi di un culto ermeneutico così intenso.

I gruppi Facebook in italiano di seguaci di Q contano in media diecimila iscritti, su Telegram sono il doppio. Sebbene a molti piaccia prendere in giro le teorie della cospirazione di QAnon (facile) e chi le segue (sono stati chiamati “stupidi”, “ritardati”, “inconsapevoli”, “troppo scemi per essere rilevanti”), credere in QAnon è una questione di fede piuttosto che di prova. In fondo Gesù camminava sull’acqua e moltiplicava pani e pesci. Perché le persone entrano a far parte di una setta del genere? Dà spiegazioni fantasiose a qualcosa di incerto, riempie un buco. Invece di ridicolizzare chi cerca di trovare appartenenza in movimenti identitari si potrebbe cercare un’alterativa a Trump (e alla sua ipostasi Salvini) che sta diventando il Charles Manson di questi boomer pseudo-hippie. Una fetta di ex grillini cospiratori disillusi – no mask, no vax (ma anche i no Tav, no Tap, no Ilva) che si sono sentiti traditi dal Movimento 5 Stelle, sono un blocco di voto comodo – credono alle scie chimiche – e possono essere traghettati verso Lega, ampolle con acque miracolose, culti celtici e teorie QAnon senza sforzo. I New Age stanno correndo verso l’estrema destra perché si sono stancati della sinistra materialista, che rifiuta tutto ciò che ha a che fare con la spiritualità o anche con l’amore, della sinistra prof, ipocrita, piena di rigidità morali. Grazie alla magia dell’anti-intellettualismo si sentono più vicini a chi mangia con la bocca aperta, a tutto ciò che sembra immediato, a qualcuno che non sembra giudicarti. In un periodo storico così faticoso nemmeno gli hippie se la sentono più di essere di sinistra.

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / i contenuti contrassegnati come “%SERVICE_NAME%” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.