Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

La rubrica dei lettori in aereo

Gli Stati Uniti sono una nazione piuttosto grande, e in una nazione piuttosto grande spostarsi utilizzando automobili o treni non è facile. Rispetto alle nostre abitudini italiane, gli statunitensi prendono moltissimi voli interni, ogni giorno, per muoversi da città a città, e d’altronde è normale quando per andare dalla East Coast alla West Coast bisognerebbe guidare per quasi 5.000 chilometri.

Vista l’abbondanza di voli interni nazionali, la rubrica dell’Atlantic “America by air” è molto ricca di belle vedute aeree inviate dai lettori del sito e magazine, il che ne fa un contenuto bello e originale. L’idea, spiegano le guidelines, è arrivata da una vecchia coverstory: How America Is Putting Itself Back Together è il lunghissimo reportage di James Fallows “dal cielo”, una sorta di on-the-road (on-the-air?) costa a costa a bordo di un piccolo Cirrus SR22. Da lì, l’idea di collezionare scorci d’America da un’altezza inusuale e preziosa. Ogni fotografia è accompagnata da una breve descrizione, o un aneddoto sul momento dello scatto.

a79730321

C’è il lettore John Zimmerman, che qui sopra sta sorvolando il fronte del lago a Chicago, durante un volo da Cincinnati al Wisconsin.

1e268b2e0

Qua sopra, ancora più affascinante, c’è la vista di Oahu, l’isola delle Hawaii su cui si trova Honolulu. La fotografia è stata presa dall’utente Michael Massey mentre tornava a Washington.

Coming to land on lake Chelan

Ramakrishnan Chirayathumadom, a bordo di un Dehavilland Beaver, ha fotografato una bella visuale del lago Chelan, il più grande degli Stati Uniti, a Washington, vicino al Canada.

59e3611e9

Mentre questo è il fiume Missouri, a nord di Kansas City, scattato da Adam Feiges. Oltre alla bellezza dello scatto, Feiges aggiunge una spiegazione  geologica: la zona marrone che “accompagna” lo scorrere del Missouri è il letto di un enorme fiume ancestrale ormai scomparso, che ha lasciato una traccia così profonda da essere perfettamente osservabile ancora oggi.

La rubrica “America by Air” si può seguire qui.

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg