Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Xavier Dolan dice che It è il film del secolo

Xavier Dolan non ama le mezze misure. Che si tratti di scrivere accorate lettere a Netflix quando decide di modificargli la ratio di Mommy, esprimersi sulla Screening Room oppure correggere tutti i giornali che sbagliano il titolo del suo prossimo film (che è The Death and Life of John F. Donovan e non il contrario), il regista canadese è uno che, in particolare sui social, ha sempre qualcosa da dire. In linea con la sua policy di schiettezza, allora, non ci ha pensato due volte a condividere con i suoi follower le proprie impressioni dopo essere andato a vedere It di Andrés Muschietti, quello con Bill Skarsgård (fratello minore di Alexander) che interpreta Pennywise. Su Twitter ha condiviso una gif di Meryl Streep (nei panni della Miranda Priestly de Il diavolo veste Prada) dichiarando senza mezzi termini che è «il mio film preferito del secolo».

Su Instagram, invece, ha deciso di spendere qualche parola in più. Condividendo una foto dei giovani attori protagonisti (tra i quali c’è Finn Wolfhard, uno dei bambini di Stranger Things), ha infatti scritto: «Andate a vedere It. Per amore verso la vostra infanzia, per tutte le paure che avete tenuto nascosto e che non avevate mai avuto il coraggio di confessare. Per la stupenda, capricciosa, magistrale bellezza della fotografia e del set, per il divertimento, per uno sfacciato senso del piacere, per l’ironia, per Finn Wolfhard, Jaeden Lieberher e tutti gli altri. Andate a vederlo, per tutto quello che è e che significa». Ha poi concluso: «Questo significa fare intrattenimento come si deve, ed è una cosa che si vede raramente. [L’intrattenimento] dovrebbe avere degli standard, e trattarvi sempre con rispetto per il vostro gusto e la vostra intelligenza». 

Go see @itmovieofficial – for the love of your childhood, for the fears you concealed, and didn’t dare to express. For the extreme, moody, masterful beauty of the photography and sets, for the fun, for the unashamed and guiltless sense of pleasure, for the wit, for @finnwolfhardofficial, @jaedenwesley and all the others, go see it… for EVERYTHING it is and means. This is what entertainment should always be like, and also what it so rarely is. It should always have standards, and treat you with respect for your taste and intelligence.

Un post condiviso da xavierdolan (@xavierdolan) in data:

Dolan non è certo l’unico a cui questa nuova versione dell’horror tratto dal cult di Stephen King è piaciuta moltissimo. Il film, che in Italia arriva il 19 ottobre ma è uscito lo scorso 8 settembre nelle sale americane, ha infatti una percentuale di gradimento dell’86% su Rotten Tomatoes e ha già incassato oltre 123 milioni di dollari, attestandosi così come il terzo miglior incasso dell’anno nel weekend di apertura, dopo La bella e la bestia e Guardiani della Galassia Vol. 2. Il film di Dolan, invece, il primo in lingua inglese e con un cast stellare che comprende Jessica Chastain, Kit Harington, Natalie Portman, Kathy Bates e Susan Sarandon fra gli altri, è attualmente in post produzione, mentre il regista tornerà a recitare in Boy Erased di Joel Edgerton, tratto dal memoir di Garrard Conley.

 

Foto in evidenza: Getty.
54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg