Cose che succedono | Attualità

Il nuovo video di LIBERATO

Si intitola “GAIOLA PORTAFORTUNA”, sempre rigorosamente in caps lock, ed è il terzo video, dopo “NOVE MAGGIO” e “TU T’E SCURDAT’ ‘E ME” del progetto musicale senza volto che risponde al nome di LIBERATO e che nel 2017 ha generato seguito e interesse, più di qualunque altra cosa, nell’indie italiano. Si diceva che Francesco Lettieri, regista dei video precedenti, che abbiamo intervistato su Studio, fosse andato a Cuba con la sua troupe per produrre il nuovo video, ma invece, anche se sembra effettivamente girato a Cuba (o ad Haiti), “GAIOLA PORTAFORTUNA” è stato realizzato tra Napoli e il litorale domizio, a Pinetamare.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

La Gaiola è una spiaggia napoletana, una caletta tra Marechiaro e Capo Posillipo, particolarmente frequentata da giovani. E praticamente attaccata a un’altra località citata in un pezzo di LIBERATO, la Baia di Trentaremi, che compare nel video di “TU T’E SCURDAT’ ‘E ME”. Visto che la cronologia di rilascio dei video sembra seguire una logica – il video “TU T’E SCURDAT’ ‘E ME” uscì il 9 maggio, titolo del primo singolo – una cosa da osservare è che il video esce il 19 settembre, giorno di San Gennaro.

Schermata 2017-09-19 alle 10.44.12

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l'impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni