Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Storia del coming out in 10 copertine

L'8 settembre del 1975 Time pubblicava la prima cover sulle confessioni di un militare omosessuale. Caitlyn è solo l'ultimo capitolo di una lunga storia.

Di Redazione

Al principio fu il poeta Robert Duncan sulla rivista Politics nel 1944. Ma la prima copertina di un magazine con un coming out uscì esattamente quarant’anni fa sul Time con la faccia di Leonard Matlovich, ufficiale dell’aeronautica americana, che cercò così di sfidare il divieto per le persone omosessuali di prestare servizio nell’esercito. Bisogna poi aspettare dodici anni (1987) per trovare la faccia di un politico dichiaratamente gay su una rivista a grande tiratura: fu quando Newsweek pubblicò la storia di Barney Frank, membro del Congresso. Nel 1976, invece, Elton John dichiarava a Rolling Stone la sua bisessualità. Questi sono gli inizi. Dagli anni Novanta, con la storica copertina ancora del Time su Ellen DeGeneres, il cui coming out è però da far risalire curiosamente a una puntata del suo show Ellen, le cover di questo genere sono diventata una consuetudine della stampa soprattutto americana. Si segnalano per la loro particolarità coming out di atleti, come quello del cestista Jason Collins su Sports Illustrated, il coming out con figli in braccio (Ricky Martin su People) e proprio la rivista People si segnala per un suo format originale: numerose sono le sue copertine identiche con foto di celebrità e la scritta a caratteri impact in giallo I’m gay. In Italia fece molto rumore la copertina di Vanity Fair con Tiziano Ferro (2010). Nel giugno del 2015 Caitlyn Jenner alza l’asticella e, dopo aver fatto coming out in un’intervista con Diane Sawyer, battezza la prima cover con cambio di genere.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg