Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Tutti i pescherecci presenti in mare, mappati

Dalla collaborazione tra Oceana (un’organizzazione che si batte per la protezione del mare), Google e Skywatch (il progetto che rende accessibili i dati provenienti dai satelliti), nasce il progetto Global Fishing Watch, che permette di sorvegliare tutte le navi da pesca che stanno solcando i mari del Pianeta.

La mappa interattiva, a cui si accede previa iscrizione, è in grado di tenere traccia di oltre 30 mila pescherecci attivi nelle acque di tutto il mondo, utilizzando un tool che combina immagini satellitari e i dati trasmessi dalle stesse navi, e che riporta le immagini con circa tre giorni di scarto.

fx7anxyutjrxmvko7wdb

Il monitoraggio è iniziato nel 2012 e tra le altre cose permetterà di ridurre i casi di frode in mare e di sorvegliare le navi che pescano in zone proibite, consentendo agli utenti di conoscere da dove proviene il pesce che stanno mangiando, quali sono i siti di pesca nel mondo e come viene gestito questo mercato. 

«Global Fishing Watch è fondamentale per la conservazione degli oceani. È infatti l’unico sistema di monitoraggio delle navi che opera a livello remoto, su scala globale e che è accessibile a tutti: lo strumento rappresenta l’inizio della fine della pesca illegale», ha dichiarato a proposito Enric Sala del National Geographic Society, una delle principali istituzioni scientifiche no-profit del mondo.

Il seguente video mostra come può essere sfruttata la piattaforma.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg