Cose che succedono | Social

Su Reddit c’è una città immaginaria dove vivono 87mila persone

«Gli abitanti, le strade e gli edifici sono finti. Ma l’assurdità, la purezza e il senso di comunità dei suoi utenti quotidiani stanno diventando reali», scrive Outline. Nonostante sia abitata da 87mila persone, Lower Duck Pond, questo il nome del centro cittadino creato due anni fa da un utente di Reddit, è anche il posto «più ospitale e bizzarro che non si trova su una mappa», commenta il sito. Almeno non su Google Maps. Perché i suoi abitanti, che discutono del più e del meno sulla chat “Have We Met?”, stanno prendendo in considerazione l’idea di creare una cartina geografica per aiutare i nuovi arrivati a orientarsi.

Come in una cittadina di provincia dalle improbabili dimensioni, a Lower Duck Pond si parla di quali edifici riparare nel quartiere, di come il negozio di panini abbia cambiato il suo menù o della manutenzione stradale. Ma si avanzano anche richieste di aiuto per ritrovare il gattino perduto. Tutto inventato, naturalmente. «L’idea originaria non era creare una finta città, ma semplicemente fare in modo che le persone fingessero di conoscersi. La cosa si è poi evoluta», spiega il suo fondatore David, uno studente di informatica.

Il mondo virtuale funziona grazie ai meccanismi dei giochi di ruolo. «È come un grande universo nato semplicemente dalla collaborazione e dall’interazione tra le persone. Se vuoi davvero essere coinvolto nella chat – continua David – devi conoscere i personaggi». E non mancano le celebrità. Come il metereologo John Levee (creato da un 22enne di Londra che posta con il nome di u/WanderCold) che aggiorna quotidianamente le previsioni del tempo. Spesso dal gioco può nascere anche un rapporto reale: «Alcuni si conoscono così a fondo da andare oltre i personaggi». La città non è certo Utopia, sottolinea Outline: a volte le cose possono diventare strane o sinistre. Ma almeno non ci si annoia mai. Di recente, ad esempio, un finto omicidio ha colto tutti di sorpresa.

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.