Cose che succedono | Luoghi

C’è un’isoletta che ha la sua nuvoletta

Lítla Dímun, la più piccola delle diciotto isole che compongono l’arcipelago del Regno di Danimarca, è caratterizzata da un curioso effetto atmosferico: come segnalato su Atlas Obscura, è infatti avvolta spesso da una nube lenticolare, simile a una candida coperta di vapore. Le nuvole lenticolari sono particolari proprio per la forma, simile a una lente orientata verso l’alto; si formano generalmente vicino cime o rilievi montuosi, se la condensazione delle correnti ascensionali lo permette. Oltre alle dimensioni ridotte, Lítla Dímun è l’unica delle isole Fær Øer a essere disabitata: per secoli, i suoi spazi verdi sono stati abitati esclusivamente da una varietà specifica di pecore nere dalla coda corta, probabilmente discendenti degli animali insediatisi durante il Neolitico.

Una foto di Lítla Dímun scattata durante una spedizione di aerei storici organizzata da Vintage Air Rally, 21 giugno 2017 (Timothy Allen/Barcroft Images / Barcroft Media via Getty Images)

L’ultimo esemplare fu però ucciso nel XIX secolo, ed oggi sull’isoletta si trovano pecore addomesticate che, ogni autunno, vengono radunate e portate dagli allevatori sulle isole principali. Arrivare su Lítla Dímun è complicato, perché oltre a dover fare i conti con il meteo ostico, gli eventuali visitatori dovrebbero scalare le scogliere scivolose che la circondano, tanto che i suddetti allevatori devono ogni volta munirsi di corde da arrampicata. Nel caso non ci si voglia limitare ad ammirare l’isola “nuvolosa” dai vicini villaggi di Hvalba e Sandvik, si possono usare proprio le funi lasciate dai faroesi.

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni