Cose che succedono | Attualità

È possibile “vedere” i suoni?

Percepiamo il suono come qualcosa di invisibile: per definizione i rumori si sentono, non si vedono. In questo video, realizzato dalla National Public Radio e ripubblicato dal magazine Aeon, si riesce però a vedere chiaramente il rumore di un battito di mani: non solo le mani che si muovono o una rappresentazione visiva del suono che fanno, ma le stesse onde sonore “catturate” dalla telecamera.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as "Vimeo framework" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

L’immagine è al rallentatore, visto che la velocità del suono è pari a 331 metri al secondo. Filmare le onde sonore è reso possibile da una tecnica nota come “metodo Schlieren” (nel video: “Schlieren flow visualization”) che può essere utilizzata per vedere qualsiasi cosa che distorca l’aria, dal calore a uno starnuto (infatti è stata utilizzata dai medici proprio per studiare gli starnuti) come nello schema qui sotto.

Schermata 2016-03-14 alle 11.35.42

«Il suono è un cambiamento di densità dell’area», si spiega nel video. Dunque per potere vedere i suoni è sufficiente combinare al metodo Schlieren una macchina da presa ad alta velocità. Oltre al suono di un applauso, il video mostra anche quelli di un libro che cade su un tavolo, di un petardo che esplode, di un panno sbattuto e dello sparo di un kalashnikov.