Cose che succedono | Attualità

Come “distracted boyfriend” è diventato un meme

La scena è immediatamente comprensibile, le facce ostentatamente espressive. I colori nell’immagine sono ben organizzati: rosso in primo piano, azzurri e blu in secondo piano, sfondo sfumato. Stiamo parlando del meme che negli ultimi giorni ha spopolato sui social network. Un tizio cammina con la sua fidanzata mano nella mano. Al passaggio di una bella ragazza non può fare a meno di voltarsi e apprezzarne l’aspetto. La fidanzata reagisce alla distrazione di lui con un’espressione stupita e un po’ disgustata. Secondo Vox, che ha raggruppato alcune delle numerose versioni disseminate per internet e ha individuato la genesi del meme e la storia della sua diffusione, l’immagine funziona proprio perché è estremamente semplice e versatile.

Da dove arriva? Fa parte di una delle serie del fotografo Antonio Guillem che è disponibile con licenza attraverso il famoso sito di stock photo Shutterstock. Appare per la prima volta 6 mesi fa condivisa su Instagram con un primo tentativo poco memorabile (il testo era: Tagga quel tuo amico che si innamora una volta al mese) e cade nel dimenticatoio. Ma qualche giorno fa su Twitter qualcuno recupera l’immagine e la riutilizza per una battuta sui millenials e la loro crescente affinità per il socialismo. L’accostamento tra il tipo di immagine e di scena rappresentata (l’estrema semplificazione del triangolo “lui, lei, l’altra”, da pubblicità di serie b) e il tema dell’inclinazione politica di un gruppo di persone, crea un effetto dirompente: è divertentissimo. Viene condiviso più di 35mila volte.

DHl1OdZXYAQymnU

Subito dopo gli utenti hanno iniziato a copiare il formato cambiando le didascalie nella foto per rappresentare un’infinita serie di battute sugli argomenti più disparati. In un secondo momento sono addirittura riusciti a risalire alla serie fotografica di cui l’immagine faceva parte, arricchendo la storia del meme con ulteriori versioni. Alcune immagini della serie sono state utilizzate come meta-meme, cioé come meme sui meme, o come dispositivi di mise en abyme. Un’immagine semplicissima che è stata in grado di generare e sviluppare un potere comico e concettuale incredibile.

DH8sQPPVwAA3aFj

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.