Cose che succedono | Attualità

Gay Talese difende Kevin Spacey e odia Anthony Rapp

Già finito lo scorso anno in un giro di polemiche per il suo ultimo libro The Voyeur’s Motel, accusato di essere un reportage parzialmente inventato (o non verificato), adesso il maestro del new journalism ha difeso l’attore di House of Cards, parlando a un incontro alla New York Public Library. Lo ha fatto rispondendo a una domanda di un cronista di Vanity Fair  che gli chiedeva quale fosse la sua posizione rispetto ai recenti scandali sessuali a Hollywood. Talese ha risposto parlando soltanto di Kevin Sapcey, esprimendo solidarietà nei confronti dell’attore e dichiarando che gli piacerebbe farlo diventare il soggetto di un suo prossimo lavoro.

«Mi viene la tristezza e odio quest’attore (Anthony Rapp) che gli ha rovinato la carriera: è successo 10 anni fa! Fattene una ragione!». Poi ha continuato così: «Mi piacerebbe chiedere a Spacey come ci si sente a vedere rovinata una carriera di successo costruita lavorando duramente per 10 minuti di imprudenza risalenti a più di dieci anni prima». «Chiunque è seduto in questa stanza ha qualcosa di cui vergognarsi», ha detto infine lo scrittore, «anche il Dalai Lama dovrebbe confessare».

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l'impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni