Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Come Halloween è diventata Halloween

Halloween è una festa di antiche origini britanniche ma oggi associata soprattutto agli Stati Uniti. Infatti Halloween, che si celebra ogni anno nella notte tra il 31 ottobre e il primo novembre, ha preso la sua forma attuale nell’America degli anni Cinquanta, e da lì si è diffusa nel resto del mondo.

Le origini di questa festa risalgono ai celti delle isole britanniche: «Le pratiche di Halloween derivano dalle celebrazioni del nuovo anno celtico, detto Samhain, in Irlanda, Scozia, Galles e parti dell’Inghilterra. I celti credevano che in quella notte gli spiriti malvagi si palesassero sulla terra, e che potessero essere rabboniti con offerte di dolci», ha spiegato Regina Hansen, antropologa dell’università Tufts, a Boston.

Halloween

Quando la Gran Bretagna divenne cristiana, come spesso accadeva anche in altri contesti, le pratiche pagane furono incorporate nel repertorio cristiano: «Visto che il primo novembre era la festività cristiana di Ognissanti, allora la notte del 31 ottobre ne divenne la vigilia», prosegue Hansen. Nacque così la festa di All Hallows’ Eve, cioè la vigilia di Ognissanti: in inglese All Hallows’ Day è semplicemente un altro nome per All Saints’ Day. La crasi “Halloween” compare per la prima volta nella Gran Bretagna del XVIII secolo. Nel 1785 il poeta scozzese Robert Burns pubblica la poesia “Halloween”, tuttora considerata un classico.

Furono gli immigrati irlandesi, arrivati in America all’inizio del Novecento, a portare Halloween nel nuovo continente. In un primo momento, la festa rimase confinata a quella comunità, ma col tempo si è estesa a tutta la società, perdendo sua la connotazione cristiana e diventando una ricorrenza soprattutto per bambini: «Negli Venti e Trenta, Halloween era diventata una festa laica, e incentrata sulla comunità, con sfilate e feste. In quel periodo, vari atti di vandalismo cominciarono anche a verificarsi in questa occasione. Intorno al 1950, allora, le autorità cittadine riuscirono a ridimensionare gli atti vandalici e Halloween cominciò a evolversi in una festa per i bambini», si legge sul sito di History Channel. Con la globalizzazione, e in particolare a partire dagli anni Duemila, alcune tradizioni si sono diffuse in altri Paesi, mediate soprattutto dal cinema e dalla televisione.

Un’installazione di migliaia di zucche di Halloween, Londra 2014 (Rob Stothard/Getty Images); un’attrice vestita da Glinda, il personaggio del Mago di Oz, per Halloween alla Casa Bianca (Yuri Gripas/AFP/Getty Images)
54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg