Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Berlino è l’unica capitale europea che deprime l’economia del suo Paese

Non esiste un Paese europeo che senza la sua capitale avrebbe un’economia più florida. A parte la Germania con Berlino, già immortalata nelle celebri parole del suo vecchio sindaco Klaus Wowereit come la città «povera, ma sexy». Uno studio del Cologne Institute for Economic Research, riportato da Quartz, dimostra dati alla mano che la Germania, la più grande economia del Vecchio Continente, senza Berlino guadagnerebbe da un punto di vista finanziario lo 0,2% del Pil.

Lo studio, come si vede nel grafico riportato qui sotto, mostra anche altri interessanti dati, il primo dei quali ci riguarda direttamente: Roma viene subito dopo Berlino, penultima in questa classifica sulla potenza produttiva delle capitali. Infatti l’Italia senza la Città Eterna perderebbe soltanto un 2,1% del Pil, che è significativamente minore del 15 portato da Parigi o dell’11 di Londra, ma anche del 6 di Madrid.

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg