Cose che succedono | Attualità

Per questo video Pechino ha espulso un giornalista

Il governo cinese ha espulso la corrispondente a Pechino di Al Jazeera English, Melissa Chan, obbligando il network televisivo basato in Qatar a chiudere il suo ufficio cinese. Sebbene le severe limitazioni alla libertà di stampa nella Repubblica Popolare Cinese siano cosa nota, è la prima volta che un corrispondente straniero viene espulso, dal 1998.

La giornalista è accusata di avere violato le leggi cinesi. Al Jazeera sostiene di avere contattato il governo di Pechino per chiedere quali leggi sarebbero state violate dalla sua corrispondente, ma di non avere ricevuto risposta.

Secondo quanto riportato dal Christian Science Monitor, le tensioni tra il governo cinese e Al Jazeera sono esplose a causa di un documentario, trasmesso lo scorso novembre, sullo sfruttamento dei prigionieri come schiavi. Il video, che tuttavia non è stato girato da Melissa Chan, bensì dal suo collega Charles Lee, può essere visto nella versione integrale qui.

Qui invece vi proponiamo un estratto:

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l'impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni