Cose che succedono | Attualità

“I vinili non sono morti, i CD probabilmente sì”

Lauren Reskin e Jason Jimenez sono due giovani appassionati di musica, che hanno da poco aperto un negozio di dischi a Miami, “Sweat Records“, basando il proprio business sulla qualità della selezione e sull’attenzione alla scena musicale underground locale. In questo modo riescono a sopravvivere nonostante i torrent, iTunes, Amazon e la crisi. In questo breve video spiegano com’è nato il loro progetto e del perché i vinili stanno tutto sommato bene, ed è proprio il CD a soffrire.

(via the Guardian)

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l'impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni