Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Shakespeare contro il Wu Tang Clan

Con un vocabolario di 28,829 parole uniche usate nel totale della sua opera, Shakespeare è largamente considerato uno degli autori con il vocabolario più ampio della storia. È quindi il campione ideale contro cui misurare l’ampiezza del vocabolario di altri scrittori, poeti… e perché no, anche rapper. Esattamente ciò che ha fatto Matt Daniels, un data scientist di New York, con una passione per la musica e le analisi quantitative.

Sommando tra loro le prime 5,000 parole di sette opere del bardo, Daniels ha messo insieme un campione di 35,000 parole totali – al cui interno, grazie a un sistema chiamato analisi a gettone– ha rintracciato 5,170 vocaboli unici utilizzati. Un quantitativo considerevole rispetto al quale, sfruttando l’enorme database di Rap Genius, ha confrontato la varietà di parole utilizzate dai principali rapper della scena hip-hop americana nelle prime 35,000 parole “rappate” nella loro carriera, avendo parecchie sorprese.

La prima è che diversi rapper battono non solo Shakespeare ma anche le prime 35,000 parole di Moby Dick, il capolavoro in cui Herman Melville utilizza la bellezza di 6.022 vocaboli unici.

La seconda – almeno per chi non lo conosce, essendo non proprio celeberrimo in Italia – è che il rapper più articolato di sempre a quanto pare è Aesop Rock, interprete indie misconosciuto da noi (e non esattamente mainstream neppure in America) ma comunque da sempre noto ai conoscitori del genere come esponente di un rap raffinato e ricco di evoluzioni linguistiche.

La terza è che rapper di grande fama come Jay-Z, Kanye West, 50 Cent non se la cavano benissimo e neppure 2Pac, MC passato alla storia per le qualità delle sue lyrics.

In generale Aesop Rock a parte, il collettivo con il lessico più ricco a quanto pare è il Wu Tang Clan che piazza ben cinque dei suoi nove membri nelle prime dieci posizioni con GZA, rapper famoso per pezzi di grande virtuosismo come Labels e Fame in cui utilizza nomi di etichette discografiche e attori cinematografici come mattoni per le sue rime.
 

 
(via)

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg