Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

I referendum che si svolgono oggi in America

Il 4 novembre si tengono in America le elezioni di mid term, che assegneranno 33 dei 100 seggi al Senato, nonché tutti i seggi alla Camera dei Rappresentanti, per un totale di 435. Inoltre 36 Stati eleggono anche i rispettivi governatori.

Alcuni Stati hanno colto l’occasione per tenere alcuni referendum nella stessa data: per lo più si tratta di consultazioni che erano già in discussioni ma che si è scelto di fare confluire con le mid term per ovvie questioni di risparmio in tempo e denaro.

Ecco una lista (parziale) dei referendum che si svolgono il 4 novembre, divisi per argomento:

Salario minimo: in Alaska, Arkansas, Illinois, Nebraska, e South Dakota si tengono referendum per alzare la soglia del salario minimo. Per l’Illinois però si tratta di un referendum unicamente consultivo.

Armi: l’Alabama voterà un emendamento alla costituzione dello Stato che dovrebbe esplicitare il diritto a portare armi. Visto che si tratta di un diritto  già sancito dalla Costituzione degli Stati Uniti (nel celebre Secondo Emendamento) ha più che altro un valore simbolico.

Aborto: Colorado, North Dakota, e Tennessee sono gli Stati chiamati a pronunciarsi su questioni relative all’aborto. Il referendum del Colorado propone di aggiungere alla costituzione un emendamento che sancisca lo status di persona dei feti e degli embrioni. Quello del North Dakota propone invece un emendamento simile, ma meno radicale, che sancisca che la vita inizia al concepimento. In Tennessee la questione è molto diversa: si tratta di votare un emendamento alla costituzione locale che permetta alle corti dello Stato di rovesciare le leggi relative all’interruzione di gravidanza. Se passerà il referendum del North Dakota questo non porrà fine al diritto all’aborto dei cittadini dello Stato, ma faciliterebbe le restrizioni. Non è interamente prevedibile invece l’effetto dei referendum in Colorado e Tennessee.

Droghe leggere: Oregon, Florida e Alaska voteranno sulla marijuana. L’Oregon terrà un referendum sulla legalizzazione della marijuana. Se la proposta dovesse passare, lo Stato si aggiungerebbe a Washington e Colorado. In Alaska invece la proposta è di “decriminalizzare” la cannabis, mentre in Florida si tratta di permetterne l’utilizzo terapeutico.

Caccia: in Maine c’è un referendum sull’utilizzo delle esche (e in particolare delle ciambelle) nella caccia agli orsi. Non è la prima volta che lo Stato vota su questioni simili. È una questione apparentemente buffa ma in realtà complessa, di cui vi parlavamo qui

(via)

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg