Cose che succedono | Scienza

Cos’è quella grossa massa incorporata nella Luna?

C’è qualcosa di grosso, molto grosso, interrato sotto la superficie lunare, scrive la CNN. Sulla sua consistenza, cominciano a concretizzarsi le prime ipotesi degli studiosi. La tesi principale è che potrebbe trattarsi di metalli. A dirlo è una ricerca pubblicata sulla rivista Geophysical Research Letters.

«Immaginate di prendere un mucchio di metalli 5 volte maggiore della Big Island, l’isola più grande delle Hawaii e di metterlo sottoterra. Questo è più o meno quello che abbiamo trovato sottoterra» ha dichiarato uno degli autori della ricerca Peter B. James della Baylor University.

Come si è arrivati a questa scoperta? I ricercatori hanno analizzato i dati raccolti dalle navicelle spaziali che misurano la gravità intorno alla luna. E per spiegare l’anomalia, si appellano al passato vulcanico della Luna: un oceano di magma potrebbe essersi solidificato, lasciando un concentrato di ossidi di titanio.

C’è un altro evento astronomico da tenere in considerazione. Gli studiosi stimano che 4 miliardi di anni fa, un asteroide avrebbe colpito la Luna, causando l’enorme cratere di South Pole-Aitken Basin che con oltre 2000 chilometri di ampiezza è il più grande che si è conservato nel sistema solare. In base a questa datazione, lo studio della massa metallica potrebbe funzionare da «macchina del tempo», portando alla ricostruzione della storia dell’intero universo. Non solo i metalli, ma l’intera area che circonda il cratere, potrebbero quindi raccontarci di più non solo sull’impatto dell’asteroide, ma anche sull’antico sistema solare.

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / i contenuti contrassegnati come “%SERVICE_NAME%” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.