Cose che succedono | Attualità

C’è una carenza di bottiglie di birra in Germania?

C’è una carenza di bottiglie di birra in Germania, così almeno si legge su alcuni giornali. Non di birra, ma proprio di bottiglie, nel senso dei contenitori. In pratica, i birrifici tedeschi non riescono ad avere indietro i vuoti rapidamente quanto serve per continuare a imbottigliare a ritmi richiesti dai consumatori. A questo fenomeno, ahinoi un po’ tragico visto quanto è buona la birra specie con queste temperature estive, a questo fenomeno, si diceva, ha dedicato un interessante articolo Jill Petzinger su Quartz. «Una carenza di bottiglie sta mandando in subbuglio i birrifici», scrive la giornalista. Che dà la colpa al proverbiale rispetto per l’ambiente da parte dei legislatori tedeschi.

«L’origine del problema è il sistema dei vuoti a rendere, che pure è lodevolmente ecologico. La maggior parte delle bottiglie di plastica e di vetro, che si tratti di acqua, birra o succo, hanno un rincaro di qualche centesimo di euro, che poi vengono restituiti ai consumatori quando le riportano indietro. Considerando quante casse di birra beve la gente, questo significa che alla fine si riporta a casa un piccolo gruzzolo da reinvestire nella prossima cassa», sintetizza Petzinger. Il problema è che ci vuole un bel po’ di tempo affinché le bottiglie usate rientrino in circolo. Un po’ perché ci sono i tempi tecnici (spedizione, magari, lavaggio, eccetera) e un po’ perché le persone non le restituiscono subito. Magari, per dire, partono per le vacanze, con l’idea di riportare i vuoti a rendere a settembre. Se a questo si aggiunge però che l’estate è il periodo in cui si beve più birra, e che quest’estate è stata particolarmente calda… abbiamo la tempesta perfetta.

L’allarme è stato lanciato a fine luglio da un birrificio di Bochum, Moritz Fiege. Che secondo la France Press ha diffuso il seguente messaggio: «Bel tempo + buona birra = grande sete». E ancora: «Nonostante continuiamo a comprare nuove bottiglie, le nostre riserve cominciano ad assottigliarsi. Dunque per favore riportate i vuoti prima di andare in vacanza». Il problema è che non si hanno dati ufficiali, dunque non si sa quanti altri birrifici abbiano le riserve di bottiglie che «cominciano ad assottigliarsi». Quello che sappiamo però è che l’80 per cento delle bottiglie di birra rientra nel sistema dei vuoti a vendere, che le temperature in Germania hanno superato i 35 gradi e che i tedeschi bevono un sacco di birra: in media 100 litri all’anno.

 

Foto Getty (Berlino 2013)

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l'impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni