Attualità

Africa Bianca

Un viaggio tra gli africani bianchi attraverso immagini che sembrano appartenere a un altro tempo.

di Valentina De Zanche

Per quattro mesi Katharine Cooper ha viaggiato attraverso 6000 km tra Sud Africa e Zimbabwe documentando luoghi e personaggi legati alla sua infanzia. La fotografa con i suoi ritratti rivela la solidarietà nei confronti della complicata società sudafricana che soffre ancora delle conseguenze dell’apartheid tra disintegrazione e alienazione. Pur essendo contemporanee, le situazioni e i personaggi ritratti sembrano appartenere a un luogo e  a un tempo che non esiste più. La fotografa racconta: «Così è esattamente come ci si sente lì: tutto è moderno ma si vive secondo le abitudini di un’altra era. Ci sono molte contraddizioni, sia dalla parte dei bianchi sia dei neri,  ma è anche un paese molto libero, puoi vivere e vestirti come vuoi, nessuno ti giudica, i bambini sono ben educati ma liberi di essere se stessi».

La serie White africans, a journey to the homeland  ha vinto il premio  ‘Le Prix de Photographie Marc Ladreit de Lacharrière – Academie des beaux-arts’ nel 2013.

Tutte le immagini per gentile concessione di Flatland gallery.

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l'impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni