Cose che succedono | Attualità

I film da vedere nel 2018 secondo il Guardian

La lista del Guardian che raccoglie i film più attesi nelle sale quest’anno fa venire voglia di aggiungere ai nostri propositi per il 2018 quello di andare più spesso al cinema. Siamo pronti ad archiviare le belle cose viste nel 2017 (qui avevamo parlato delle nostre preferite) e a cominciare da subito. Sono davvero pochi, tra quelli elencati dal Guardian, i film già usciti nelle sale italiane. Primo tra tutti l’acclamato Loveless di Andrei Zvyagintsev, un dramma gelido, estremo, spietato, che ha per protagonista il dodicenne Alyosha, figlio di genitori che si stanno separando. Già nelle sale anche The Square di Ruben Östlund. Vincitore della Palma d’Oro a Cannes, ha per protagonista un curatore di arte contemporanea e la strana mostra che sta organizzando (una specie di ring dentro al quale tutte le regole vengono sospese) ed è stato definito «un film sullo squilibrio sociale e culturale a sua volta squilibrato».

Ma sono tanti, tantissimi, i film promettenti in arrivo. Settimana prossima (l’11 gennaio) arriverà nelle sale Tre manifesti a Ebbing, Missouri. Diretto da Martin McDonagh, è una commedia nera, violenta e brillante che ha per protagonista una madre infuriata che indaga sull’assassinio di sua figlia, interpretata dalla straordinaria Frances McDormand. Dal 4 gennaio, invece, potremo andare a vedere Tutti i soldi del mondo, il film di Ridley Scott che ha fatto parlare anche a causa della sostituzione repentina del protagonista, Kevin Spacey, rimpiazzato da Christopher Plummer dopo lo scandalo legato alle molestie sessuali. The Post, il filmone di Steven Spielberg con Meryl Streep e Tom Hanks incentrato sulla vicenda della pubblicazione dei Pentagon Papers (documenti segreti del dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America) su New York TimesWashington Post nel 1971, uscirà da noi il 1 febbraio.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as "Google Youtube" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

E poi arriveranno tutti gli altri. Clint Eastwood, Steven Spielberg, Wes Anderson, Richard Linklater e Paul Thomas Anderson. Da non perdere Lady Bird, l’esordio alla regia dell’attrice Greta Gerwig, che ha entusiasmato pubblico e critica, e La forma dell’acqua di Guillermo del Toro, che ha vinto il Leone d’oro a Venezia. Ma anche Black Panther, Dark River, Mary Magdalene. E poi Matt Damon che si rimpicciolisce nel fantasy satirico Downsizing, Natalie Portman che fa la biologa coraggiosa nell’inquietante Annihilation, Jennifer Lawrence sexy spia in Red Sparrow e Margot Robbie perfida pattinatrice in I, Tonya, tra gli altri. Sì, torneranno anche Jamie Dornan e Dakota Johnson nei panni di Mr. Grey e consorte: chissà che questa volta (la terza, Cinquanta sfumature di rosso è il titolo) riescano a regalarci qualche soddisfazione che vada oltre la comicità involontaria (ne dubitiamo).

Immagine: Natalie Porman in Annihilation di Alex Garland