Cose che succedono | Attualità

Com’erano i bikini nel 1890

Il prezioso bikini esposto dall’Holburne Museo di Bath fino al 21 ottobre fu acquistato nel 1890 dall’intrepida viaggiatrice Ellen Tanner (1847-1937) durante il suo tour nel Medio Oriente nel 1890. Si tratta di uno degli oggetti più insoliti conservati da Tanner e ora messi in mostra in occasione di un’esposizione dedicata alla sua collezione d’arte mediorientale, interamente donata al museo di Bath (la città dove ha vissuto fino alla morte) tra il 1917 e il 1932. Tanner, che come sottolinea la curatrice Catrin Jones su The Art Newspaper, fu la seconda donna a viaggiare da sola per il Medio Oriente, acquistò il bikini ricamato in lana e seta nell’odierno Iran, mentre attraversava la regione a cavallo, con soltanto due guide locali ad accompagnarla.

«La sua collezione»,  ha continuato Jones, «comprende vasi di metallo, sculture, tazze da tè smaltate, carte da gioco laccate e tessuti, acquistati nei bazar di Shiraz, Isfahan e Kerman e può essere considerata come la risposta all’interrogativo “cosa comprare in Persia nel XIX secolo”». Conservato per anni in un cassetto, il bikini era diventato completamente piatto. Oltre ad averlo rimesso in forma, la curatrice si è preoccupata che venisse pulito. «Non troppo», ha sottolineato, «ci teniamo a mostrare che l’indumento è stato indossato». A quanto pare, a Ellen Tanner piaceva sfoggiarlo in casa.

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l'impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni