Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Quando Topolino spacciava anfetamine

No, non è uno scherzo: è successo davvero. Negli anni Cinquanta l’uso di droghe con effetti sedativi o stimolanti era perfettamente legale e – anzi – la promozione di sostanze come la speed era all’ordine del giorno.

Per questo in una storia risalente al 1951, “Mickey Mouse and the Medicine Man”, Topolino e Pippo partono alla volta dell’Africa per reclamizzare una marca di anfetamine, Peppo, in una tribù di indigeni. In un periodo in cui le case farmaceutiche facevano a gara per vendere questi tipi di droghe, i due personaggi di Walt Disney sono ritratti rivaleggiare con uno spacciatore locale, il “medicine man”, che ha somministrato hashish all’intero villaggio.

Al tempo l’avventura di Topolino-spacciatore – che oggi farebbe drizzare i capelli a qualunque genitore – era perfettamente plausibile.

Il resto della storia è qui.

(via)


Nell’immagine: una vignetta tratta da “Mickey Mouse and the Medicine Man”

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg