Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Prada ha indetto un concorso letterario con Feltrinelli. Ecco chi ha vinto

Sono cinque, hanno età e nazionalità diverse e, in comune, la passione per la scrittura. Ma anche il talento. Mattia Conti, Leisl Egan, Angel Mario Fernández, Sarah Harris Wallman e Peng Yang sono i vincitori del concorso Prada Journal: a place for new stories che la casa di moda milanese, fondata 100 anni fa, ha indetto in collaborazione con Giangiacomo Feltrinelli.

La premiazione si è tenuta ieri sera a New York, nell’Epicentro Prada al 575 di Broadway che per l’occasione è stato trasformato in un teatro di conversazione, una sorta di salotto letterario reinterpretato in chiave moderna. Il concorso è stato lanciato ad aprile 2013; ai partecipanti è stato chiesto di scrivere un racconto che muovesse da un tema comune, la risposta alla domanda “Quali realtà ci restituiscono i nostri occhi? E come vengono filtrate queste realtà attraverso le lenti?”. Rinsaldando il legame tra moda (la maison ha lanciato una limited edition di occhiali che si chiama proprio Prada Journal) e letteratura. E confermando la voglia di Prada di esplorare linguaggi artistici sempre nuovi.

I racconti dei vincitori – premiati con un riconoscimento di 5000 euro a testa – saranno pubblicati in un e-book scaricabile gratuitamente dal sito prada.com. Ecco qualche dettaglio in più sui racconti e sui loro autori: Gli occhi di Malrico è stato scritto da Mattia Conti, nato nel 1989, vive a Molteno, in provincia di Lecco. Nel 2011 ha vinto il Premio Campiello Giovani; Punchline è opera di Leisl Egan, classe 1980, autrice televisiva di Sidney; Juan se fue a las estrellas è frutto della creatività di Angel Mario Fernández, nato nel 1959 in Argentina e oggi trasferitosi nei Paesi Baschi dove fa lo scrittore. Il quarto racconto premiato (non si tratta di una classifica, ma di una premiazione parimerito per categorie) è One car hooks into the next and pulls  di Sarah Harris Wallman, 35 anni, professoressa universitaria all’Albertus Magnus College, nel Connecticut, e scrittrice; Peng Yang, invece, è l’autore di Gray Story: nato nel 1984, vive a Pechino  e lavora come scrittore.

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg