Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

L’evoluzione della barra di scorrimento

 

La barra di scorrimento (scroll bar) è uno degli elementi portanti delle interfacce dei computer, un oggetto oblungo e verticale accompagnato da due frecce (una verso l’alto e una verso il basso) che da sempre ci orienta nella navigazione di cartelle e documenti. Si scivola e si ritorna su con facilità, e sapendo sempre a che punto della “discesa” si è.

La prima scroll bar di cui si ha ricordo è data 1981 e si trovava nello Xerox Star: per quanto primitiva, aveva già tutti gli elementi importanti: le barre laterali e le frecce. Due anni dopo è Apple a creare la sua versione di barra, prima con Lisa e poi – un anno dopo – col Mac.

Per quasi vent’anni, come nota BuzzFeed, lo scrolling si è evoluto poco, giusto un po’ esteticamente, ma nel 2008 è cambiato profondamente con l’avvento dell’iPhone e di un’interfaccia basata sui polpastrelli e i movimenti delle dita, non su un mouse. Una rivoluzione che dagli apparecchi mobile è approdata ai computer (come si nota negli ultimi due esempi da destra nell’illustrazione), diffondendosi viralmente e trasformando la barra da “strumento di navigazione” a semplice bussola, un indicatore di posizione.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg