Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Le peripezie di KWANGMYONGSONG 3, il satellite nordcoreano

Questa settimana la Corea del Nord ha lanciato in orbita un satellite. Si tratta di un mezzo che servirà – secondo fonti nordcoreane – ad avere informazioni migliori sul tempo atmosferico, anche se c’è chi pensa abbia un utilizzo militare e di spionaggio. Quel che sembra certo è che dopo poche ore di orbita il satellite KWANGMYONGSONG 3 ha cominciato a comportarsi in modo bizzarro ed è stato definito «fuori controllo» da fonti del Norad (il North American Aerospace Defense Command, autorità aeronautica degli Usa) interpellate dalla Nbc.

Un satellite vagabondo è sicuramente un pericolo (specie per gli altri satelliti, come spiega Gizmodo) ma è comunque meglio del precedente esperimento spaziale della dittatura asiatica, precipitato in mare subito dopo il lancio.

Ad ogni modo, se volete seguire in tempo reale le peripezie di KWANGMYONGSONG 3, sintonizzatevi qui, dove potete guardare il suo volo in tempo reale e controllare se davvero l’ultima creatura del regime di Kim Jong-Un è un fallimento o è destinata a riprendersi.

Intanto, in molti cominciano a temere le seppur scarse capacità balistiche nordcoreane, che potrebbero essere utilizzate anche per il reparto missilistico, dopo essere riusciti a lanciare un satellite di 100 chili come KWANGMYONGSONG 3. L’Economist ha realizzato una mappa che illustra le aree che alcuni tipi di missili del regime potrebbero raggiungere, e tra queste ci sono la Cina, l’India, la Corea del Sud e perfino gli Usa (l’Alaska).

 

(Immagine del satellite-Kim Jong-Un via Gizmodo)

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg