26/06/2012 In breve

I ribelli siriani cantano i Backstreet Boys

Stampa

In Siria per la prima volta gli scontri tra l’esercito del presidente Basharl al-Assad e l’Esercito della Siria Libera, braccio armato dell’opposizione, sono arrivati alle porte della capitale, Damasco. “Sono in corso violenti scontri intorno alle postazioni della Guardia Repubblicana a Qadsaya e al-Hama”, a 8 chilometri di distanza dal centro della capitale, ha reso noto l’Osservatorio siriano per i Diritti Umani, Ong con base a Londra molto vicino ai ribelli.

Sempre oggi BSyria, blogger anonimo preso sul serio da molti analisti, ha twittato questa video-intervista a un soldato dell’Esercito della Siria Libera. «Quando viene l’esercito, gli sparo. Quando non c’è l’esercito, canto per la rivoluzione»