Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Hamburger fotogenici

Schermata 2015-05-15 alle 12.25.02

Sedersi a tavola, ordinare, fotografare, postare su Instagram. La gestualità legata alla nutrizione e alla convivialità è cambiata all’insegna della condivisione online.

Del resto, lo dicono le cifre, l’impatto che i social network hanno nella vita degli utenti è in continua crescita: 70 milioni di foto postate in media ogni giorno; 2,5 miliardi di like; oltre trenta miliardi di immagini condivise. Tutto questo solo per Instagram, azienda fondata nel 2010, che Facebook ha acquisito poco più di tre anni fa per un miliardo di dollari americani e che oggi, secondo alcuni analisti citati dal think-thank statunitense L2, varrebbe 35 volte quel prezzo.

Per calcolare quale impatto un social network come Instagram sta avendo nella “vita” e conseguentemente nel business delle aziende, invece, i numeri non bastano: a quantificarlo arrivano i cambi di rotta che, sempre più spesso, le aziende intraprendono per compiacere i propri follower. Che, in realtà o in potenza, sono anche dei clienti.

L’ultimo caso è quello della catena americana Chili’s Grill&Bar, di proprietà dell’azienda Brinker International, che ha cambiato l’estetica dei piatti nel menù per renderli più fotogenici. «Chili’s considera Instagram un’estensione della propria strategia marketing», ha detto a Bloomberg Wyman Roberts, Ceo di Brinker International. Chili’s, per la cronaca, ha “solo” 25,4 mila seguaci sul social network delle immagini e, quindi, un ampio margine di crescita.

Scordiamoci le patatine fritte nel piatto accanto all’ hamburger: sono poco scenografiche. Almeno così avrebbe decretato il popolo del Web.

(via)

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg