Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Passare le vacanze in una chiesa laica disegnata da Grayson Perry

Essex

Living Architecture è un’organizzazione che punta a offrire alla gente comune la possibilità di abitare, per periodi brevi, in ambienti architettonici sofisticati e sperimentali, cioè generalmente riservati ai ricchi. Fondato da Alain de Botton, lo scrittore svizzero autore di Architettura e felicità, l’organizzazione coinvolge architetti, artisti e designer ed è basata in Gran Bretagna.

Il suo ultimo progetto è una creazione dell’artista Grayson Perry insieme allo studio di architetti FAT Architecture. Si tratta di una casa di vacanze nella regione inglese dell’Essex, vagamente ispirata all’architettura religiosa del Nord Europa medievale (in particolare alle stavkirke) con l’aggiunta di elementi barocchi, e presentata come «cappella laica» dedicato «santa immaginaria».

La casa è arredata con dipinti e statue che raffigurano la santa immaginaria — tale Julie Cope, definita da Perry come «tipica donna qualunque dell’Essex» — e la sua vita,  altrettanto immaginaria. È stata «l’occasione perfetta per realizzare una mia vecchia ambizione: costruire una cappella laica», ha dichiarato Perry.

Per chi fosse interessato, il sito Slate ci ha realizzato un servizio fotografico. Il tariffario per il pernottamento è di 20 sterline, poco meno di 28 euro, a notte.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg