Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

2015, l’anno dei selfie mortali

Il Guardian sostiene che il 2015 ha visto crescere notevolmente il numero degli incidenti, anche mortali, originati dalla volontà di scattarsi un selfie originale in situazioni più o meno pericolose. Gli incidenti più eclatanti riportati nell’articolo sono:

– A gennaio, tre ragazzi morti in India, sulla strada per Agra, investiti da un treno davanti al quale volevano scattarsi una foto.

– Sempre a gennaio, due uomini morti sugli Urali per scattarsi una foto con in mano una granata a cui avevano tolto la sicura.

– Di nuovo in India a marzo, sette persone affogate dopo aver causato il ribaltamento di una barca per aver voluto scattare un selfie tutti posizionati sullo stesso lato dell’imbarcazione.

Si registrano anche cadute da tetti di palazzi, da montagne, persone investite da onde, o uccise da bisonti, per imprudenze o distrazioni legate ai selfie.

In Russia, riporta sempre il sito del quotidiano inglese, i “selfie pericolosi” pare siano diventati una materia di interesse nazionale, tanto da portare alla promozione di una campagna del minstero dell’Interno per incoraggiare il “selfie sicuro” (di cui mostriamo qui sotto un’immagine).

 

3507 2

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg