Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Francis Ford Coppola sta lavorando al videogame di Apocalypse Now

A quasi quarant’anni dall’uscita di Apocalypse Now, Francis Ford Coppola vuole creare un videogame ispirato al suo film: il regista ha già organizzato «un gruppo di game designer pronti a lavorare a un adattamento», riporta The Verge. L’obiettivo è completare il lavoro entro il 2020, e per sostenere il progetto Coppola e la sua squadra hanno lanciato una campagna su Kickstarter: sperano di raccogliere 900 mila dollari entro febbraio e ne hanno già raccolti 45 mila nelle prime 24 ore.

apocalypse now 2

«Ricordo di avere detto al mio montatore, Walter Murch, che più avrebbe lavorato su Apocalypse Now, più sarebbe impazzito. Forse capiterà la stessa cosa a voi con questo videogioco», dice Coppola nel video della campagna. «Vogliamo prendere il film  Apocalypse Now e trasformarlo in un’esperienza immersiva e interattiva», spiega Montgomery Markland, uno dei responsabili del progetto. «Non sarà uno sparatutto, ma un’esperienza horror di sopravvivenza», aggiunge un suo collega. La squadra include i creatori di The Witcher, Gears of War: Judgment, Pillars of Eternity, Wasteland 2, e Torment: Tides of Numenara.

In realtà sono anni che il regista pensa a una versione videogame del suo capolavoro: le prime voci, stando a quanto riportato dal sito Kotaku, sono cominciate a circolare già nel 2010, ma pare che Coppola non sia riuscito a convincere degli investitori a finanziare un progetto seguendo le sue idee. Anche il film Apocalypse Now conobbe qualche difficoltà nella produzione. Francis Ford Coppola investì parecchio denaro di tasca sua e, a complicare le cose, le riprese furono a messe a dura prova da una serie di eventi atmosferici e dal comportamento del cast, che era perennemente ubriaco, come ha ricordato Robert Sellers sull’Independent: «Se il film non fosse stato completato, Coppola rischiava di finire sul lastrico. Dunque non stupisce che abbia avuto vari esaurimenti nervosi».

 

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg