Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Esce l’autobiografia di Bryan Cranston, l’attore di Breaking Bad

Bryan Cranston, l’attore che ha interpretato il ruolo di Walter White, il protagonista di Breaking Bad, ha scritto un’autobiografia: intitolata A Life in Parts, sarà presentata a Londra lunedì prossimo, in un evento organizzato al Piccadilly Theater insieme al Guardian. Il quotidiano britannico ha postato sul proprio sito alcune anticipazioni. Come il titolo suggerisce, l’attore ripercorre la sua vita e carriera a partire dai ruoli più importanti per lui: Walter White, certo, ma anche Hal, il capofamiglia della serie televisiva Malcolm, e poi l’esperienza in Seinfeld, dove interpretava Tim Whatley, l’eccentrico dentista del protagonista Jerry. Disponibile su Soundcloud c’è l’incipit del libro, letto dallo stesso Cranston. L’attore apre il memoir con un aneddoto che riguarda una delle scene più famose e intense di Breaking Bad. Attenzione, dunque, per chi non ha visto la serie e desidera farlo: c’è un grosso spoiler relativo alla seconda stagione.

Si tratta della morte di Jane, la fidanzata tossica di Jesse, che Walter lascia soffocare nel suo stesso vomito dopo una dose di eroina. Una scena molto difficile, racconta l’autore, inaspettatamente impegnativa anche da un punto di vista emotivo: «Ho messo tutto, davvero tutto in quella scena: tutto ciò che ero oppure avrei potuto essere, tutte le scorciatoie e gli errori, i miei successi e passi indietro, le cose che ho perduto e temevo avrebbero potuto affossarmi. Ero un assassino, eppure ero anche capace di amare; ero una vittima delle circostanze, ed ero il pericolo. Ero Walter White, eppure mai come in quel momento sono stato me stesso».

a-life

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg