Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

La Nuova MINI Clubman

La nuova MINI Clubman, segno di un cambio generazionale del marchio, e la nuova anima di MINI: i progetti paralleli, dal design al cinema.

Di Redazione

Ha una personalità forte, una spiccata attitudine al viaggio, una silhouette accattivante e dettagli ipercurati. La nuova MINI Clubman interpreta una nuova fase del cambio generazionale all’interno del marchio: l’auto sintetizza alcune della caratteristiche oggi fondamentali per una vettura compatta premium, tra le quali spiccano la funzionalità, il fascino e il carattere deciso. La nuova MINI Clubman ha interni completamente ridisegnati, è matura e insieme tecnologica e davvero spaziosa: è il frutto di un processo di riflessione che sta coinvolgendo il marchio a tutto tondo. E ha portato MINI a confrontarsi ancora una volta con universi che esulano dall’automobilismo tout court, trasformandoli in una fonte di ispirazione: l’arte, la musica, il viaggio. Prendendo a modello la classe creativa e facendone l’oggetto di un’analisi trasversale, alla ricerca di valori autentici estrapolati da esperienze altrettanto autentiche.

presentation_A0191861

In questo percorso si inseriscono i progetti di MINI di cui abbiamo già parlato nelle scorse settimane:  la MINI Gentleman’s Collection inspired by the New MINI Clubman, una limited edition di oggetti creati da giovani designer per interpretare la nuova MINI Clubman, presentata a Pitti lo scorso giugno. E, ancora, i MINI Clubman Cultural Films,  short movie attraverso i quali l’azienda ha chiesto ad alcuni artisti di raccontarne altri per costruire una sorta di dialogo a più voci che presenti da vicino la classe creativa con i propri luoghi, le proprie passioni, i propri gesti quotidiani. Di questa serie fanno parte due video che Studio ha pubblicato in anteprima italiana: il primo offre uno scorcio della vita e del lavoro Scott Campbell, vista con gli occhi di André Saraiva; il secondo porta gli spettatori alla scoperta del mondo di Alex Zhangh Hungtai in un corto diretto da Emily Kai Bock.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg