Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

La playlist

Le canzoni della settimana, per commentare in musica i fatti degli ultimi 7 giorni, per scelta tematica, per capriccio: weekend in musica.

Il voto di una settimana fa ha lasciato all’Italia un orizzonte politico decisamente poco luminoso. Superfluo parlarne ancora; il vero sconfitto di queste elezioni, volenti o nolenti, appare senza dubbio il Partito Democratico. La playlist, lo scorso weekend, si era anche presa una giornata di pausa rispettosa del silenzio elettorale, anche in tema musicale. Torna, oggi, con una linea – poteva essere altrimenti? – smaccatamente politica. E però leggera, non seriosa o catastrofista. Se c’è un argomento su cui tutti i partiti italiani vanno molto d’accordo – ahiloro, e anche ahinoi – sono le scelte sempre discutibili dei cosiddetti “inni di partito”, o inni elettorali. Ecco allora una selezione, per farsi in alcuni casi una (timida) risata. Avvertimento: in questa playlist il “dulcis” sta davvero “in fundo”, e c’è una canzone che – lo diciamo – ha una sua assoluta dignità.

 

Gianna Nannini – Inno (Partito Democratico)

 

 

Ivano Fossati – La Canzone Popolare (Partito Democratico)

 

 

Gente della Libertà (Popolo delle Libertà)

 

 

Luca Sardella – Pace e Libertà (Unione Democratica di Centro)

 

 

Ognuno Vale Uno (Movimento 5 Stelle)

 

 

Leo Pari – Ho un Grillo per la testa (inno V-Day)

 

 

Va’ Pensiero (Lega Nord)

 

 

Un Solo Cuore, Un’Unica Idea (Responsabili)


54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg