Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Le uscite editoriali del 2017 più attese negli Stati Uniti

Vulture, sezione culturale del New York, ha fatto uscire una lista di 25 libri  che rappresentano per la redazione del magazine le uscite più interessanti del 2017 fino a settembre. Ne abbiamo selezionato una parte, di autori già conosciuti dai lettori italiani o, tra i nuovi, quelli che ci sono sembrati più promettenti.

Il 31 gennaio uscirà il nuovo Paul Auster, intitolato 4 3 2 1, primo romanzo dopo sette anni di silenzio, racconta la storia di Archibald Isaac Ferguson, nato nel 1947, ed esattamente un mese dopo Paul Auster, che si scinde in quattro diverse persone ognuno con un futuro diverso, ma tutti collegati a una stessa donna.

Lincoln in the Bardo è invece il primo romanzo di George Saunders, fino a questo momento autore di soli racconti e saggi, in uscita il 14 febbraio. Il libro viene descritto come un allontanamento dell’autore dalle sue classiche ambientazioni distopiche in favore di una specie di limbo buddista dove si aggirano anime insoddisfatte dalla loro vita terrena. Tra queste il figlio decenne del presidente Lincoln.

Ad aprile ci saranno due interessanti esordi. Il primo è Too Much and Not in the Mood di Durga Chew-Bose, che viene paragonata a Maggie Nelson, il cui Gli argonauti è stato pubblicato quest’anno in Italia dal Saggiatore, per l’abilità nel combinare autobiografia e saggio. Il libro parla di arte, letteratura, e cultura pop, ma viene definito anche «intensamente intimo». Il secondo è invece Startup, di Doree Shafrir, giornalista di  BuzzFeed e autrice di un satira ambientata a New York sul mondo tech, un libro dove è difficile stabilire un confine tra ciò che è vero e ciò che sembra vero ma è invenzione.

Sempre ad aprile uscirà il nuovo romanzo di Jeff VanderMeer, intitolato Borne, l’autore, molto amato anche in Italia per la Trilogia dell’Area X, ha scritto un’altra storia di fantascienza ambientata in un futuro vicino, e racconta la storia della scoperta una città abbandonata.

A maggio uscirà Into the Wateril nuovo libro di Paula Hawkins, l’autrice del bestseller mondiale Girl on the Train (In Italia La ragazza del treno) prova così a bissare il successo del suo primo thriller. Questo nuovo romanzo parte dalla scoperta dei corpi di una madre e di una figlia adolescente in un fiume.

Di nuovo a maggio, il 30, sarà pubblicato Theft by Finding: Diaries (1977–2002), il libro di diari di David Sedaris. Tutti i lettori di Sedaris sanno che le sue assurde storie hanno un’ispirazione autobiografica e in particolare famigliare. Questo testo rappresenta dunque la possibilità di accedere al materiale grezzo, ovvero a tutto ciò che l’autore ha annotato nel corso di venticinque anni e che poi è confluito nella sua narrativa.

Per giugno infine è prevista la pubblicazione del nuovo libro di Teju Cole,  Blind Spot. Dove sembra che Città Aperta, romanzo-saggio fatto di passeggiate e divagazioni e la sua column On Photography”, rubrica di fotografia sul NYT Magazine, trovino un punto di incontro in un saggio narrativo sulla fotografia, così come aveva fatto Geoff Dyer con L’infinito istante.

 

Fotografia Getty Images.
54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg