Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

La rassegna di Studio per il weekend

Stelle a cui attingere energia infinita e pulita, una cittadina prosciugata in California, com'è fare il ghost writer di Julian Assange. E molte altre storie da leggere con calma durante il fine settimana.

Un piccolo sole a fare da fonte d’energia infinita. Oppure una bizzarra e tragica tradizione messicana. O forse la storia dell’incidente genetico che ha creato gran parte del mondo come lo conosciamo da qualche miliardo d’anni. Questo e molto altro nella consueta rassegna di Studio per il fine settimana. Reportage infiniti, storie divertenti e una lista di link che forse vi siete persi, e ora potete recuperare.

Buona lettura.

 

“American Aqueduct: The Great California Water Saga” – The Atlantic


Hood è una cittadina agricola californiana. Los Angeles “se l’è bevuta come un bicchiere di birra ghiacciata”

 

“Il più grande pubblicitario americano non era un ‘Mad Man'” – Vice


A Tom McElligott nessuno dedicherà mai una serie perché non è bello e perturbante come Don Draper, ma le sue creazioni hanno fatto davvero la storia della pubblicità.

 

“A Star In A Bottle” – The New Yorker


Si chiama Iter, lo stanno costruendo in Provenza e potrebbe cambiare per sempre il mondo. Perché? Perché è una piccola “stella” in grado di creare energia pulita all’infinito.

 

“Why You Should Get Lost Next Time You Travel” – Good


Perdersi, quando si è in viaggio, può essere un’ottima idea.

 

“Drug Cartel Beauty Queens Face an Ugly End” – The Daily Beast


Reginette di bellezza che sposano narcotrafficanti e che poi fanno una brutta fine: storia di una tradizione messicana.

 

“A History of Clickbait: The First 100 Years” – iO9


Pensate che i gattini e gli altri temi acchiappa-click siano nate con la diffusione di internet: beh, vi sbagliate.

 

“Ghosting” – The London Review of Books


Il ghost writer di Julian Assange racconta la sua esperienza con il fondatore di Wikileaks. Lettura interessantissima (ma davvero lunga).

 

“Film preservation 2.0″ – The Dissolve


Come conservare al sicuro i film ora ce le “pizze” non si usano più?

 
 

Immagine: particolare della redazione parigina dell’International New York Times (Guillaume Belvèze)

 
 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg