Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

La domenica di Premier – 12

Fotografie e Vine dal weekend di calcio inglese: la prima sconfitta del Manchester United all'Old Trafford, la doppietta di Sanchez, il pareggio esterno del City e il Chelsea ancora solo al comando.

Tra il 10 e l’11 gennaio si è giocata la ventunesima giornata di Premier League. Il risultato più sorprendente, nonché quello che muove la classifica ai piani alti del campionato, è Manchester United-Southampton. Finisce 0 a 1 per gli ospiti, nonostante la supremazia territoriale dei Red Devils, che a conti fatti hanno anche più occasioni da goal. Al ’69 Dusan Tadic la mette dentro con un tiro preciso dal limite dell’area, dopo un palo colpito da un compagno. Per lo United è la prima sconfitta casalinga in questa Premier.

Il Tottenham fa un passo falso sul terreno nemico del Crystal Palace, in uno dei tanti derby di Londra. Finisce 2-1 per i padroni di casa, che giocano la loro prima partita con Alan Pardew alla guida del club. Per gli Spurs segna l’ormai “solito” Harry Kane, di recente anche mattatore della gara vinta col Chelsea, girandosi al limite dell’area e incrociando di potenza alle spalle di Hugo Lloris. Al 69′ però Dwight Gayle realizza un penalty concesso dall’arbitro, e a dieci minuti dalla fine del tempo regolamentare Jason Puncheon mette dentro un cross di Zaha.

Della sconfitta Spurs approfitta l’Arsenal di Wenger, che passa per 3-0 sullo Stoke City all’Emirates. Ai Gunners bastano sei minuti: il tempo che Koscielny schiacci di testa un cross di Alexis Sanchez. Lo stesso Sanchez non perde le buone abitudini e segna i due goal rimanenti: prima al 33′ penetrando il lato sinistro dell’area, poi su punizione al minuto 49.

Il Chelsea vince in casa con il Newcastle. A battere i Magpies ci pensano prima Oscar, che appoggia in rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo su cui la difesa ospite si fa trovare gravemente impreparata, e poi Diego Costa, che conclude dopo uno stupendo assist di tacco al volo dello stesso Oscar.

Il Manchester City pareggia al Goodison Park di Liverpool con l’Everton. La gara è combattuta, ma dopo il colpo di testa di Fernandinho sembra prendere la strada per Manchester. Ma bastano 4 minuti e Steven Naismith realizza un calcio di punizione. I Citizens perdono 2 punti dalla capolista, il Chelsea di Mourinho.

Il Liverpool risale la china vincendo in trasferta col Sunderland di Gus Poyet. Basta un goal del serbo Markovic, con un tocco ravvicinato su assist di Fabio Borini a match appena iniziato. Mario Balotelli, entrato al 67′, si procura un paio di punizioni e si produce anche in almeno due occasioni da goal.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg