Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Ha vinto Reddit

L'Ask Me Anything di Obama segna l'inizio di una nuova fase per il sito?

Mentre infuria la convention repubblicana e l’Elefante a stelle e strisce conquista prime pagine, dirette tv e liveblog, il presidente in carica Obama non è rimasto a guardare. Non poteva d’altronde eclissarsi e lasciare spazio all’avversario (Romney, sua moglie, Ryan e, oggi, Condoleeza Rice) ed è quindi passato al contrattacco. Di solito un Mr. President qualunque avrebbe concesso un’intervista a qualche network, o detto qualcosa di catalizzante in conferenza stampa. Obama ha invece scelto la platea digitale e iper-liberal di Reddit.com, il sito di social sharing diventato una vera potenza politica (è stato il protagonista insieme a Wikipedia delle proteste contro la legge anti-Internet Sopa, per esempio). Qui, Obama si è fatto intervistare dalla community aprendo una discussione online chiamata “I am Barack Obama, President of the United States — AMA” dove per AMA si intende Ask Me Anything, chiedimi qualsiasi cosa, un format di intervista “open” nato nell’abisso di 4Chan e diventato prassi per Vip in declino e non. Come ha spiegato Erik Martin, direttore di Reddit, «è come essere ospite di un late show», solo che le domande vengono dal basso (espressione abusata di questi tempi ma in questo caso sincera) e le parole dell’intervistato sono pronte per diventare meme, diffondersi e viralizzarsi in tutta la Rete.

L’AMA di Obama, oltre che un ottima mossa d’immagine per responsabili della comunicazione del Presidente, rappresenta un trionfo per il sito americano di proprietà di Condé Nast. Lì dove di solito regnano animaletti, link ad articoli politici, video del robot Curiosity su Marte o spoiler di Breaking Bad, ieri c’era l’uomo più potente del mondo, alle prese con le domande di utenti invisibili, giovanissimi, attivissimi e informatissimi. Un bacino elettorale prezioso e forse un po’ deluso dai primi quattro anni obamiani, che ieri si è trovata a faccia a faccia con lui e probabilmente è stato riconquistato. Appena quattro anni fa, l’allora candidato presidente stupì il mondo con l’utilizzo sopraffino di social network e altri strumenti digitali; oggi l’impegno social continua ma si affianca a iniziative più bizzarre, come questa.

Ovviamente il sito ha sofferto la presenza del Presidente: una sofferenza tecnologica che l’ha portato ad “andare giù” per molto tempo, a causa dell’altissimo numero di visitatori richiamati da Obama. Il quale peraltro ha risposto a poche domande – e giù critiche, ovviamente – ma in modo molto ragionato, in pieno Reddit style. L’operazione AMA, è evidente, è stata pensata in ogni minimo dettaglio e con calma, come avevamo già scritto. Durante la chiacchierata, Obama ha tentato di incoraggiare un giovane neo-laureato disoccupato, turbato dalla situazione economica degli Usa e deluso dal presidente; ha definito l’invio di truppe in Afghanistan il momento più difficile della sua presidenza; si è addentrato nelle scartoffie per elencare i provvedimenti futuri della Casa Bianca a sostegno delle piccole e medie imprese; e ha spiegato come funziona la sua vita privata, tra casa, chiesa, hobby e famiglia. «Il grande vantaggio è che ho la bottega sotto casa» ha scritto. Ha poi ricordato a tutti di registrarsi per votare il prossimo novembre, prima di salutare tutti e definire con il meme “not bad” la sua esperienza su Reddit.

 

Se l’obiettivo di Obama e i suoi era riconquistare gli smanettoni di sinistra sperimentando nuove forme di propaganda politica, la mission è senza ombra di dubbio accomplished. E per Reddit il successo è ancora maggiore: è ormai un portale politico influente e ascoltato, passato dalla mera raccolta di news alla loro creazione. E se questo non vi interessasse, tranquilli che i gattini ci sono ancora.

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg