Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Com’è fatto un vestito stampato in 4D e perché sarà esposto al MoMA

La chiamano stampa in 4D, è una forma di stampa tridimensionale usata per creare strutture a mosaico dette “cinetiche”, in grado di cambiare forma facilmente fino a piegarsi, come farebbe un tessuto, assumendo la loro forma effettiva subito dopo essere state tolte dalla stampante. Per questo l’azienda che ha progettato la tecnologia, la statunitense Nervous System, si è cimentata nella creazione di un vestito – un abito nero da donna – in grado di seguire le forme del corpo, adattarsi ai movimenti e funzionare come non fosse stato stampato usando materiale plastico.

Un’invenzione importante, per questo il museo MoMA di New York ha annunciato di aver acquistato il vestito, appena un mese dopo l’acquisizione di altre oggetti DIY (Do It Yourself) come ArduinoOtotoMakey Makey, Colour ChaserDIY Gamer Kit.

Di seguito un video di dimostrazione del progetto Kinematics.

(via)

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg