Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Trovare le confessioni di Carl Sagan in un mercatino dell’usato

Nel 1993, vent’anni fa, Chris Stangland entrò in un negozio di un’associazione no-profit, Volunteers of America, e mise gli occhi su una serie di musicassette. A rivelarlo, oggi, è lo stesso Stangland – col nickname dirtidirt – su Metafilter, una delle più prospere community di discussione online. Ciò che quand’è entrato nel punto vendita di articoli usati l’uomo non sapeva, però, è che la voce contenuta nei nastri è molto probabilmente quella di Carl Sagan, il leggendario scrittore e divulgatore scientifico, scomparso a Seattle nel 1996.

Come scrive il protagonista dell’insolito ritrovamento, lo store di Volunteers of America non è lontanissimo dalla fu residenza di Sagan: «Binghamton è a un’ora da Ithaca. Immagino una serie di scenari plausibili nei quali quei nastri finiscono nelle mani del VoA. Ne comprai una da suonare nel mio show radiofonico al college, senza avere idea di ciò che fosse, la ascoltai in macchina tornando a casa e sentii quant’era PAZZA (viaggi nel tempo, spazio cosmico, inverno nucleare ecc ecc) e tornai indietro ad acquistare l’intera scatola. Non decisi che si trattava di Sagan prima di qualche tempo dopo».

Stangland è sicuro di ciò che dice, tanto da caricare su Flickr foto delle sue cassette, che contengono note personali, corrispondenza privata e istruzioni riguardanti affari e investimenti. Fa anche notare che tutte le lettere registrate finiscono con l’espressione «with every good wish, cordially» o «with best wishes», esattamente come le lettere scritte dall’autore e ricercatore. E la voce, a detta di Stangland – che ha caricato anche un video in cui riproduce parte di una registrazione – è inconfondibile.

I dubbi del giovane ora riguardano il da farsi:  «Mi piace l’idea di donarli alla Cornell, ma credo che sarebbe sciocco non provare a ottenerne qualche ritorno personale». La Cornell University è la storica università dello Stato di New York in cui Carl Sagan lavorò per decenni.
 

Nella foto: Carl Sagan (1934-1996)

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg