Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Salman Rushdie e le recensioni su Goodreads

Nei giorni scorsi Salman Rushdie, lo scrittore autore de I versetti satanici, ha postato alcune recensioni sul sito Goodreads.com, un social network recentemente acquisito da Amazon specializzato proprio nei cosiddetti lettori forti, che qui possono consigliare opere da leggere e far leggere. A causa delle impostazioni della privacy del sito, però, i commenti di Rushdie sono stati resi pubblici e sono quindi visibili da tutti. Il Washington Post ne ha approfittato e ha subito realizzato un grafico in cui ha comparato i i voti dell’autore a quelli medi della community di Goodreads.

Al quotidiano britannico Independent Rushdie ha spiegato che pensava che le sue interazioni con il sito fossero private e servissero a personalizzare i titoli proposti dal sito (che ha un algoritmo simile a quello di Amazon grazie al quale “capisce” i gusti degli utenti-lettori). Invece, il tutto è stato reso pubblico, comprese le tre stellette date a Il buio oltre la siepe di Harper Lee.

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg