15/06/2012 In breve

La “grande purga” di Reddit contro i siti di news che fanno i furbi

Stampa

 

Reddit è un sito di social sharing in cui gli utenti (detti redditor) pubblicano, votano e condividono di tutto: dall’ultimo meme all’analisi economica, dalle foto di gattini a un pezzo sulla legalizzazione della marjiuana. Nel dicembre scorso ha superato le due miliardi di pagine viste in un mese e conta una media di 35 milioni di utenti singoli mensili. Una comunità enorme e preparata. Un bacino d’utenza che fa gola a molti siti di news, visto che un articolo “postato” su Reddit ha la chance di finire nella homepage del sito (che si definisce “la prima pagina di Internet”), finendo per guadagnare moltissimi lettori.

Ieri il sito ha annunciato di aver bannato alcuni prestigiosi siti di news, colpevoli di aver “barato”, pubblicando loro articoli nella speranza di vederli diffondersi su Reddit – e da lì su tutto il web. Tra i siti inseriti in questa black list ci sarebbe quello dell’Atlantic Monthly, di Bloomberg Businessweek, GlobalPost.com e ScienceDaily, scrive il blog tecnologico Venture Beat. La lista non sarebbe però pubblica, ha commentato il capo-programmatore di Reddit Neil Williams, perché si è pensato sarebbe stato troppo estremo esporre queste testate al «muro della vergogna» del sito di sharing news.

(Quanto manca all’Ask Me Anything di Obama su Reddit?)

Un provvedimento drastico ma temporaneo, che ha generato reazioni discordanti tra i redditor. Non mancano i sospetti legati al conflitto di interessi, visto che Reddit è di proprietà di Advanced Publications, società che fa capo al colosso editoriale Condé Nast e gestisce Wired News e Ars Technica, ovvero prodotti che nel panorama dell’informazione online sono spesso in concorrenza con quelli “bannati” dal sito. È stato sempre Williams a specificare che il mercato e la concorrenza non c’entrano niente con la decisione, presa per evitare quella che ha definito «spam».

Come l’hanno presa le testate cancellate dalla “prima pagina di Internet”? Piuttosto bene. Il sito Daily Dot ha raccolto alcune reazioni, tra cui quella di Businessweek, che ha tenuto a precisare come la policy del magazine vieti lo spamming, e dell’Atlantic, che ha affermato di prendere tenere a cuore la soluzione di questo problema, e di «rimanere grandi fan di Reddit e della qualità di Internet che rappresenta».