Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Che odore ha una cometa? (Volete davvero saperlo?)

A 400 milioni di chilometri dal Sole, la sonda spaziale Rosina, che fa parta della missione Rosetta, ha incrociato la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko e ha potuto analizzarne l’odore utilizzando i due spettrometri di massa di cui è dotata. I risultati hanno sorpreso i ricercatori, che si aspettavano di trovarvi solo gli elementi più volatili (diossido di carbonio e monossido di carbonio), trovandovi invece una varietà di elementi notevole, tra cui formaledide, solfuro di idrogeno, cianuro, acido cianidrico, anidride solforosa e solfuro di carbonio.

Tutti elementi che messi assieme non creano di certo un buon odore, tanto da spingere uno dei responsabili della missione, Kathrin Altwegg, a immaginare la puzza emanata dalla cometa: «67P/C-G ha un odore molto forte» ha spiegato nel blog dell’Esa «aromi da uova marce (solfuro di idrogeno), stalla di cavalli (ammoniaca) e la pungente e soffocante puzza della formaldeide. Tutto questo si fonde al mite, amaro aroma dell’acido cianidrico, che ricorda un po’ la mandorla».

(via)

 

Immagine: un bel primo piano di 67P/Churyumov-Gerasimenko (Esa)

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg