Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

80UA, un disco fatto con i suoni spaziali della Nasa

 

Un Ep composto da quattro tracce, tutte realizzate utilizzando il materiale pubblicato nell’account Souncloud della Nasa. Suoni spaziali, quindi, riarrangiati da quattro artisti del dipartimento musica di Fabrica, il centro comunicazione di Benetton di Treviso: Francesco Novara, Geremia Vinattieri, Davide Cairo (edisonnoside), Giacomo Mazzucato (Yakamoto Kotzuga) e Jhon Williams Castano Montoya (JWCM). Il disco esce oggi, venerdì 19 dicembre, per Bad Panda Records, etichetta italiana con sede a Berlino, e si avvalle di suoni provenienti da Saturno, della stella KIC7671081B e altri posti i cui lamenti sono stati registrati dalle apparecchiature della Nasa.

Il progetto è presentato da un video teaser di Christian Coppe in cui una pallina di carta diventa il nostro pianeta e un minuscolo razzo parte alla scoperta di quello che ci circonda.

Di seguito la tracklist di 80UA:

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg