Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Le disavventure dei giornalisti stranieri a Sochi

Venerdì 7 febbraio a Sochi, sul mar Nero, nella Russia meridionale, inizieranno i XXII Giochi olimpici invernali. C’è grande attesa attorno all’evento, costato parecchio, che sarà un banco di prova delle aspirazioni della Russia di Putin, sovente oggetto di critiche da parte del mondo occidentale per la gestione del dissenso interno.

Com’è prassi, i giornalisti stranieri hanno raggiunto la città della regione di Krasnodar con qualche giorno di anticipo. Al loro arrivo, però, alcuni di loro hanno trovato ad attenderli sorprese poco gradite: tende rotte, inquietanti santini del Presidente Putin sul comodino, porte bloccate e riscaldamento non funzionante. Di seguito, una carrellata di tweet di reporter che documentano la situazione in cui versano le strutture di accoglienza di Sochi.

Harry Reekie, CNN.

Shaun Walker, The Guardian.

Kevin Bishop, BBC.

Bruce Arthur, National Post.

Greg Wyshynski, Yahoo! Sport.


 
(via)

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg