Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

L’Australia scoperta dai portoghesi?

Furono i portoghesi a scoprire l’Australia, duecento anni prima del capitano Cook, per sbaglio, come spesso sono avvenute le scoperte geografiche, in seguito a una spedizione segreta di cercatori d’oro sulle tracce di Marco Polo. La tesi non è nuova, risale al 1977 ed è spiegata da Kenneth Gordon McIntyre nel libro The Secret Discovery of Australia,

image-1

Atlas Obscura ha pubblicato in questi giorni alcune bellissime mappe della scuola cartografica di Dieppe, le cui conoscenze geografiche si rifacevano alle esplorazioni portoghesi, conservate alla biblioteca Henry E. Huntington di San Marino in California, risalenti al 1547, e che confermerebbero la tesi perché vi compare una Terra di Java che richiama chiaramente l’Australia.

image

Secondo la tesi passata alla storia, l’Australia sarebbe stata scoperta, invece, dall’olandese Willem Janszoon che toccò la costa agli inizi del Diciassettesimo secolo, per poi essere esplorata completamente dall’inglese James Cook nel 1770.

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg