Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

La vera “Country House” dei Blur è in vendita

Schermata 2015-07-01 alle 17.25.30«Now he lives in a house, a very big house in the country». 1995, dall’album The Great Escape, numero 1 in chart. Quella grande casa in campagna era di proprietà di David Balfe, fondatore dell’etichetta Food (nel 1984). Mise sotto contratto i Blur, che si chiamavano ancora Seymour, e li vide cambiare nome. Nel 1991 uscì il loro primo album, Leisure, e David Balfe stesso diresse i primi due video di Albarn, Coxon e amici, “She’s so high” e “There’s no other way”. Si vide, suo malgrado, dedicare “Country House” quando vendette l’etichetta alla EMI, venendo quindi additato come un cinico, imborghesito, che si ritira in campagna.

Ora quella casa è in vendita. Costa due milioni di sterline e la potete comprare qui. Si troca a Barton-le-Clay, un borgo nei dintorni di Luton, ha sei stanze da letto e un giardino annesso di 4 acri (più di un ettaro e mezzo, cioè più di 16 chilometri quadrati). Sul sito del Guardian un po’ di foto degli interni, invece. Qui sotto, il video del singolo.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg