Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Il “Thermal Touch” che trasforma ogni superficie in un tablet

“Thermal Touch” è l’ultimo progetto della società tedesca Metaio: si tratta di una fotocamera termica che utilizza il calore lasciato dalle impronte digitali per trasformare qualsiasi superficie in un’interfaccia touch. Il risultato sarà qualcosa di simile a un tablet, pur non essendo un touch-screen; ci potrebbe permettere di “cliccare” sugli annunci delle riviste, di ordinare un piatto al ristorante semplicemente sfogliando un menu interattivo e persino di proiettare i comandi del lettore mp3 sulla manica della giacca o della camicia che indossiamo.

Questo tipo di tecnologia sarà più facile da applicare su degli oggetti già strutturati visivamente (come ad esempio una scacchiera), ma dovrebbe funzionare anche con delle superfici completamente piatte come quella di un tavolo. In quest’ultimo caso, però, il “Thermal Touch” avrà bisogno del supporto di altre innovazioni tecnologiche: tramite qualsiasi tecnica di realtà aumentata si potrà infatti creare un’interfaccia e utilizzare poi il rilevamento termico. Per fare un esempio: se volessimo giocare a scacchi su un tavolo, potremmo utilizzare qualcosa di simile ai Google Glass per proiettare la scacchiera virtuale sulla superficie e poi ricorrere alla fotocamera termica in grado di registrare le nostre mosse.

(via)

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg