Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Il senso di Murdoch per Twitter

Rupert Murdoch e Twitter, un rapporto ancora breve, ma già carico di chiacchiere. Vi ricordate la gaffe di inizio 2012? «Forse gli inglesi hanno troppe vacanze per essere un paese fallito» scrisse e cancellò prontamente. Pronti via, il magnate di News Corporation aveva infilato altri cinguettii non propriamente eleganti, come endorsare ripetutamente i film della Fox (di sua proprietà) o dichiarare più o meno velatamente il suo appoggio per Rick Santorum.

Di poche ore fa l’ultimo tweet-evento, in cui Murdoch spiega, a modo suo, il fallimento dell’operazione MySpace (acquistata per 580 milioni di dollari nel 2005, rivenduta per 35 lo scorso anno). Semplice, conciso, chiarissimo: «Abbiamo fatto ogni cazzata possibile».

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg