Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Il Ringo Starr mancato

Se pensavate che Pete Best, primo batterista dei Beatles sostituito in zona cesarini da Ringo Starr, fosse il simbolo della sfortuna e del destino baro e crudele, potreste ricredervi. È stata infatti ritrovata una lettera firmata Paul McCartney e datata 12 agosto 1960 (circa due anni prima che il fenomeno Beatles sconvolgesse il mondo) in cui il Macca risponde a una richiesta di lavoro di un ignoto batterista. Paul sembra disposto a concedere un audizione all’ignoto musicista e non è ancora chiaro come si sia svolta la vicenda, ovvero se il batterista  abbia accettato o meno la proposta di recarsi ad Amburgo (città in cui i Beatles si fecero le ossa sul palco) per un provino.

La missiva, che si conclude con «Your Sincererely, Paul McCartney of the BEATLES», andrà all’asta il 15 novembre. Prezzo previsto per la lettera che ha fatto la fortuna di Ringo: 7mila euro.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg